Friday, Aug 29th

Last update:02:53:28 PM GMT

You are here:

I dipendenti ATL scrivono ai sindaci: no al CTT e sostituire i vertici

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 8
ScarsoOttimo 

Al Signor Sindaco Di Livorno ed ai signori Sindaci della Provincia

bus_atlI LAVORATORI ATL informano l'Assemblea dei soci ATL di quanto sta accadendo al trasporto pubblico della provincia di Livorno:

Vi è una grave crisi nel settore trasporti pubblici per le poche risorse destinate a questo settore dal governo nazionale

Che questa categoria è priva di ammortizzatori sociali (cassa integrazione)

Che la Riforma del trasporto pubblico in Toscana, così come presentata dalla Regione non garantisce né tutela i salari, né i livelli occupazionali

Che il processo di aggregazione che si doveva compiere attraverso la formazione della Compagnia Trasporti Toscana che comprendeva: Cpt Pisa Atl Livorno, Clap Lucca, Copit Pistoia come società pubbliche e Cap Prato – Lazzi come società private, a cui è stata affidata la “governance” non si è realizzato ed attualmente solo ATL Livorno , CLAP Lucca e Cap Prato, hanno deciso di aggregarsi.

Considerato che durante la gestione dei Soci Privati :
Una serie di lavorazioni sono andate perdute a favore di società di servizi costituitesi ad arte, con conseguente perdita occupazionale sul territorio ed aumento di costi.
Che importanti Rami d'Azienda sono andati persi, come la gestione parcheggi, il settore Crociere da cui ATL si è autoesclusa , sostituita da società private che producono utili
Che ultimamente è stato di nuovo abbattuto il Capitale Sociale di A.T.L.
Che i conflitti sociali sono in aumento e le cause civili, quasi sempre vinte dai lavoratori, sono una dimostrazione delle violazioni di leggi e diritti dei lavoratori,
Che nonostante i lavoratori abbiano concesso ampia disponibilità con accordi del 2002 e 2007 per incrementare produttività e risanamento, questo non si è verificato.
Che il Socio privato è in palese contrasto con la Gara Regionale, (vedi intervista A.D. Gori Cap Prato) mentre per ATL è di vitale importanza.
Che ancora oggi si viene a chiedere ai lavoratori altre risorse in termine di produttività o salari accessori per coprire il disavanzo di circa 3 Milioni di euro fatto dai soci privati.
Che sarà pagato dai cittadini livornesi !!!

SI CHIEDE:

Al signor Sindaco ed agli altri Sindaci della Provincia di Livorno

DI NON CONFERIRE ATL nella Compagnia Trasporti Toscana del Nord. Di cui faranno parte i responsabili del disastro ATL.

Che rimuova la classe dirigente di ATL per la sua incapacità. Di chiudere ogni rapporto con i Soci di Cap Prato di accertare che tutte le operazioni siano state condotte in ambito della trasparenza e senza conflitti di interesse e qualora cosi non fosse di procedere al giusto risarcimento. Che si proceda a individuare altri bacini per partecipare alla Gara Unica.

Di considerare la nuova macro Provincia di Livorno Pisa Lucca come una nuova risorsa.

Disponibili al confronti ed aperti a valutare ogni ipotesi seria, ma fermi nel nostro rifiuto nel confluire nel CTT - Nord. Chiediamo l'uscita immediata dei soci privati da ATL e la rimozione del Presidente di ATL, dell'Amministratore Delegato, e Direttore d'Esercizio .
Nel ringraziare per la sua cortese attenzione la invitiamo a non rendersi complice della morte della nostra amata azienda cittadina

I lavoratori dipendenti ATL

AddThis Social Bookmark Button