Friday, Oct 31st

Last update:07:40:34 AM GMT

You are here:

"Middle East now" apre con il tutto esaurito il festival sul Medio Oriente. Il programma completo

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

fil__middle_eastE’ iniziato ieri 12 aprile con la sala del cinema Odeon di Firenze esaurita la terza edizione del festival Middle East Now. Il cinema “da” e “sul” Medio Oriente ha proposto in apertura “The Reluctant Revolutionary”, il film sulla rivoluzione in Yemen, la meno conosciuta delle “primavere arabe”. Introdotto direttamente dal regista Sean McAllister il film racconta lo scoppio della protesta in Yemen, attraverso lo sguardo di Kais, guida turistica alquanto scettica sulla necessità di una rivoluzione che in primo luogo potrebbe fargli perdere i pochi clienti europei rimasti nel paese. Ma Kais, nonostante i sopraggiunti problemi economici e la riluttanza iniziale, si mescola pian pian alla folla di “Change Square” e matura anch'egli uno spirito rivoluzionario. Una visione originale delle tensioni in Yemen da parte dell’unico regista rimasto nel paese nonostante gli allontanamenti forzati dei giornalisti stranieri ordinati dal governo.

Dopo la serata di apertura il festival prosegue da oggi fino a lunedì 16 aprile con un programma che prevede 30 tra film, documentari e cortometraggi, di cui 25 in anteprima italiana ed europea. Le proiezioni si alterneranno tra il cinema Odeon e l’Auditorium Stensen per un viaggio cinematografico che tocca i paesi più “caldi” dell’area Mediorientale - Iran, Iraq, Libano, Israele, Egitto, Palestina, Giordania, Yemen, Qatar, Afghanistan, Kurdistan, Siria.

Il festival completa il suo ritratto del Medio-Oriente con due eventi speciali. La mostra “In the Light of Darkness”, della photoreporter americana Kate Brooks e a il progetto artistico “Listen”, un’installazione tra fotografia e video dell’iraniana Newsha Tavakolian. Entrambe saranno inaugurate sabato 14 aprile.

middle_east_now2

 

 

 

 

foto di Georgia Dc

(red.)

Di seguito il programma completo:

Film Middle East Now | 2012

Giovedì 12 Aprile

Cinema ODEON Piazza Strozzi, 1

Ore 21.00 Inaugurazione di Film Middle East Now

Proiezione speciale di:

Volti di Tahrir di Marco Pasquini in collaborazione con Luca Mandrile e Emiliano Sacchetti

Una serie di audio-ritratti dei protagonisti della piazza simbolo della rivoluzione egiziana.

Ritratto di Afaf, donna intellettuale e militante attiva (2011, 6’)

Animazioni e cartoons dal Middle East

Wikisham (Siria, 2012, 3', cap. 1), il cartone animato sulla rivoluzione siriana che dissacra il regime di Bashar al-Assad; Omaggio a Edgar Aho (Libano, 2'), uno dei più celebri cartoonist libanesi; Khormaloo di Farshid Shafie (Iran, 2009, 6'), dolce come un frutto color del sole, il ricordo di una ragazza riscalda la vita di un giovane girovago.

_ a seguire film d’apertura

The Reluctant Revolutionary (Il Rivoluzionario Riluttante) di Sean McAllister

(Yemen, Regno Unito, Irlanda 2012, 70’) vo. arabo, inglese, sottotitoli: italiano, inglese

L'unico film che racconta la rivoluzione in Yemen, di cui molto poco si è visto. Il protagonista Kais fa la guida turistica, e sbarca il lunario portando in giro per il paese i pochi turisti che arrivano dall’Europa. E’ il periodo delle prime proteste contro il gioverno di Saleh, e Kais è scettico sulla necessità di una rivoluzione. Attraverso i suoi occhi, il regista – l'unico occidentale rimasto nel paese - ci mostra una rivoluzione in divenire e dipinge un quadro intelligente del paese, uno dei più armati del mondo, ma deciso a non portare le armi in piazza. Il documentario ha aperto la sezione Panorama all'ultimo festival di Berlino. Anteprima italiana, alla presenza del regista e della produttrice

Venerdì 13 Aprile

Cinema ODEON Piazza Strozzi, 1

Ore 17.30 Volti di Tahrir di Marco Pasquini in collaborazione con Luca Mandrile e Emiliano Sacchetti

Ritratto di Elsayed (audio doc, 2012, 6’)

a seguire Animazioni e cartoons dal Middle East (40’)

Una selezione di cartoni e cortometraggi d’animazione dal Medioriente: Wikisham (Siria, 2012); Omaggio a Edgar Aho (Libano, 2002); Sidwalk di Farshid Shafie (Iran, 2009)

Ore 18.15 On The Road to Downtown di Sherif Elbendary

(Egitto, 2011, 53’) vo. Arabo, sottotitoli: Italiano, inglese

Attraverso la vita quotidiana di quattro personaggi, il regista ci invita a scoprire assieme a lui il centro del Cairo, il suo spirito e la sua identità, che si riflette nei mondi simili ma al tempo stesso contraddittori riuniti in questo quartiere.

Anteprima Europea, alla presenza del regista

Ore 20.00 APERITIVO-DEGUSTAZIONE LIBANESE

Specialita' libanesi a cura del Ristorante La Valle dei Cedri Firenze

Degustazione + Proiezione del film a seguire: 12 Euro – prenotazione con prevendita su www.boxol.it/odeonfirenze/IT oppure direttamente alla cassa del Cinema Odeon.

Per informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ore 21.00 Bahiya & Mahmoud di Zaid Abuhamadan

(Giordania, Libano, EAU, USA, 2011, 14’) vo. Arabo: sottotitoli italiano, inglese

Le 9.30 segnano l'inizio di un’altra giornata di insopportabile routine nella vita di Mahmoud e Bahiya, coppia di anziani che dopo anni di vita assieme non si sopportano piu'. Finché una mattina Mahmoud si sveglia... e si accorge che Bahiya e' scomparsa! Anteprima Europea, alla presenza del regista

a seguire

Beirut Hotel di Danielle Arbid

(Libano, Svezia, Francia, 2011, 99’) vo. Arabo, Francese, Inglese, sottotitoli italiano, inglese

Una sera a Beirut, Zorha e Mathieu si incontrano. Lei è una giovane cantante libanese che fatica a liberarsi dall'ex marito; lui è un avvocato francese in viaggio d'affari, ricercato e sospettato di spionaggio. Nell'arco di dieci giorni i due vivranno una storia d'amore vissuta sul filo del rasoio, riflesso di un paese ancora in bilico tra guerra e pace, dove qualsiasi cosa può accadere in qualsiasi momento. Il film e' stato censurato in Libano.

Alla presenza della regista

Cinema STENSEN, Viale Don Minzoni 25

Proiezioni pomeridiane gratuite

Ore 18.30 Cortometraggi in collaborazione con Festival del Cinema Kurdo di Roma

Bycicle di I. Serhat Karaaslan

Kurdistan settentrionale (Turchia) / 2010 / 18’ / senza dialoghi

Firat e suo padre raccolgono rifiuti per sopravvivere. Il più grande desiderio di Firat è avere una bicicletta. Per sua fortuna, un giorno ne trova una, ma con  una sola ruota…

The Sound of Rain di Jalal Saedpanah

(Kurdistan orientale, Iran 2011, 28’) vo. kurdo, sottotitoli: inglese, italiano

Yadi è un costruttore di gabbie e fa l’ammaestratore di uccelli. A un giovane ragazzo mongolo piacciono molto gli uccelli di Yadi, ma si mantiene a distanza.

Shortcut di Awat Namiq Agha

(Regno Unito 2011, 15’) vo. inglese, sottotitoli: italiano

Simon è un agente di assicurazioni ebreo che arriva in un luogo sperduto dell'Inghilterra, e prende un passaggio da Abdul-Kareema, un musulmano iracheno. Il loro viaggio insieme si rivelera' una scoperta reciproca.

Ore 21.00 Volti di Tahrir di Marco Pasquini in collaborazione con Luca Mandrile e Emiliano Sacchetti

Audio-ritratto di Yasser (audio doc 2012, 6’)

a seguire

Mourning di Morteza Farshbaf

(Iran 2011, 84 min) vo. Persiano,  sottotitoli: italiano, inglese

Variazione sul tema del road movie da uno dei giovani allievi di Abbas Kiarostami. Kamran e Sharareh sono una coppia di sordomuti, che stanno raccompagnando il loro nipote Arshia a casa a Tehran, dopo che qualcosa di terribile e' accaduto. Per il piccolo e introverso Arshad sara' un profondo viaggio emotivo, a tratti sottilmente ironico, in stile commedia nera.

Anteprima italiana

Sabato 14 Aprile

Cinema ODEON Piazza Strozzi, 1

Ore 15.30 Middle East Talk: “Where do we go now?” -E ora dove andiamo?”

Conversazione sul Medio Oriente, con la partecipazione degli ospiti del festival (registi e produttori), l'inviata di Rai 3 Lucia Goracci, la giornalista di Repubblica Francesca Caferri, l’inviato di Mediaset Alfredo Macchi, e altri esperti di quest'area del mondo. Modera Giacomo Goldkorn, professore di geopolitica all'Università Cattolica Sacro Cuore di Milano.

Ore 17.00 Back to the Square di Petr Lom

(Egitto, Norvegia, Canada 2012, 83’) vo. Arabo, Inglese, sottotitoli: italiano, inglese

A un anno dall’euforia di Piazza Tahrir, l'Egitto è ancora governato con il pugno di ferro e pochi sono i segni di democrazia. Il regista Petr Lom ci racconta la vita trascorsa in questo anno attraverso cinque ritratti, di persone che hanno vissuto la rivoluzione e che appartengono a diversi ambiti sociali.

Anteprima italiana

Ore 20.30 Passing a street di Mohammad Ahmadi

(Iran 2011, 11') v.o. persiano, sottotitoli: italiano, inglese

Un ironico documentario corto, girato in un'unica sequenza, sulle peripezie di un anziano che cerca di attraversare un'affollata strada di Tehran.

Anteprima mondiale

a seguire

I am Nasrine di Tina Gharavi

(Iran, Regno Unito, 2011, 87’) v.o. persiano, inglese, sottotitoli: italiano

Nasrine, una giovane ragazza iraniana, costretta a fuggire clandestinamente dall'Iran a causa del suo temperamento anticonformista, sbarca nella provincia inglese piu' degradata, assieme al fratello. Tra le mille difficoltà dell'integrazione, riuscira' a trovare l’amore, sé stessa e… forse anche una nuova casa.

Anteprima italiana alla presenza della regista e del produttore

Ore 22.30 Phill (1390) di Emad Aleebrahim-Dehkordi

(Iran, Francia 2011, 12') senza dialoghi

Phil signica elefante in persiano, e 1390 e' l'anno 2011 nel calendario iraniano. Il corto d'animazione e' una metafora della situazione dell'Iran contemporaneo, che si ispira ad alcune sequenze di Elephant di Gus Van Sant e Irreversible di Gaspar Noe'.

Anteprima Italiana, alla presenza del regista

a seguire

2 Night di Roi Werner

(Israele, 2011, 83’) v.o. ebraico, sottotitoli: italiano, inglese

In una città in cui tutto è possibile, Tel Aviv, un ragazzo e una ragazza stanno cercando l’impossibile: un parcheggio. Tutto inizia quando i due si incontrano in un bar e decidono di passare la serata assieme. La ricerca del parcheggio dura un’intera notte, in cui i due dovranno conoscersi e confrontarsi, in una situazione genialmente assurda.

Cinema STENSEN, Viale Don Minzoni 25

Focus sul documentario in Iran – con il regista Mehrdad Oskouei

a cura di Felicetta Ferraro

_ Ore 16.00 The other Side of Burka di Mehrdad Oskouei

(Iran, 2004, 52’) v.o. Persiano, sottotitoli: italiano, inglese

Le donne della piccola isola iraniana di Qeshm parlano della loro vita, dei loro problemi, delle speranze e della disperazione che spinge tante di loro nel buco nero della depressione e del suicidio. Dietro il burqa che copre i loro volti ma non la loro anima, emergono figure femminili di stupefacente intensità emotiva.

_ Ore 17.00 It's Always Late for Freedom di Mehrdad Oskouei

(Iran, 2007, 53’) v.o. Persiano, sottotitoli: italiano, inglese

Attraverso tre storie di tre adolescenti nel carcere minorile di Tehran, lo sguardo del regista si allarga ad esplorare i problemi di un'intera società.

Ore 18.00 Animazioni e cartoons dal Middle East

Una selezione di cartoni e cortometraggi d’animazione dal Medioriente: Wikisham (Siria, 2012); Omaggio a Edgar Aho (Libano); Khormaloo di Farshid Shafie (Iran)

Ore 21.00 Volti di Tahrir di Marco Pasquini in collaborazione con Luca Mandrile e Emiliano Sacchetti

Ritratto di Nada (audio doc, 2012, 6’)

a seguire
On The Road to Downtown di Sherif Elbendary

(Egitto, 2011, 53’) vo. Arabo, sottotitoli: Italiano, inglese

Attraverso la vita quotidiana di quattro personaggi, il regista ci invita a scoprire assieme a lui il centro del Cairo, il suo spirito e la sua identita', che si riflette nei mondi simili ma al tempo stesso contraddittori che questo quartiere riunisce.

Anteprima Europea, alla presenza del regista

Ore 22.30 The Reluctant Revolutionary (Il Rivoluzionario Riluttante) di Sean McAllister

(Yemen, Regno Unito, Irlanda 2012, 70’) vo. arabo, inglese, sottotitoli: italiano, inglese

Replica del film di inaugurazione del festival (giovedì 12 aprile). L'unico documentario che racconta la rivoluzione in Yemen, di cui molto poco si è parlato. Il protagonista Kais fa la guida turistica, sbarca il lunario portando in giro per il paese i pochi turisti che arrivano dall’Europa, ed è scettico sulla necessità di una rivoluzione. Attraverso i suoi occhi, il regista ci mostra una rivoluzione in divenire e dipinge un quadro  intelligente della situazione del paese, uno dei più armati del mondo, ma deciso a non portare le armi in piazza.

Anteprima italiana, alla presenza del regista e della produttrice

VIA MAGGIO - Firenze

Ore 18.00 INAUGURAZIONE MOSTRE FOTOGRAFICHE

In the Light of Darkness _ mostra fotografica di Kate Brooks - Tethys Gallery Via Maggio 58r

Listen _ installazione fotografica di Newsha Tavakolian _ Otto Luogo dell'Arte Via Maggio 13r

Domenica 15 Aprile

Cinema ODEON Piazza Strozzi, 1

Ore 11.00 Iran Talk – ingresso gratuito

“Vero/Falso/Interpretato: Cinema e Società nell’Iran dell’Oscar”

Modera Felicetta Ferraro (iranista, ex-addetto culturale a Tehran); partecipano Mehrdad Oskouei (regista), Emad Aleebrahim Dehkordi (regista) Antonia Shoraka (critica cinematografica) Roberto Toscano (ex-ambasciatore in Iran), Ahmad Rafat (giornalista), Fabrizio Cassinelli (giornalista), Roberto Di Caro (giornalista)

Ore 16.30 Animazioni e cartoons dal Middle East

Wikisham (Siria, 2012, 3', cap. 3)

a seguire

The Boy Mir di Phil Grabsky

(Afghanistan, Regno Unito 2011, 90') v.o. Dari, sottotitoli: italiano, inglese

Incredibile documentario che segue 10 anni di vita di Mir, ragazzino afgano cresciuto in un villaggio vicino ai celebri Buddha scolpiti nella roccia a Bamiyan. Un viaggio verso l'eta' adulta, in uno dei luoghi piu' difficili del mondo.

Anteprima italiana

Ore 18.15 Haneen di Ossama Bawardi

(Palestina, Qatar, Giordania 2011, 18') v.o. Arabo, sottotitoli: italiano, inglese.

Haneen è una donna sulla sessantina, che vive da sola in una città palestinese. Diventa amica di Salem, un ragazzino del vicinato che ruba arance dal suo giardino. Quando l'esercito arresta suo padre, il loro legame diventa più forte.

a seguire

The Last Days of Winter di Mehrdad Oskouei

(Iran, 2011, 52') v.o. Persiano, sottotitoli: italiano, inglese

L’ultimo film di uno dei più importanti documentaristi iraniani, premiato al festival di Amsterdam, è un ritratto intimo e toccante della vita e delle speranze per il futuro, di sette ragazzini in un riformatorio di Tehran.

Anteprima italiana alla presenza del regista

Ore 20.30 Blue Line di Alain Sauma

(Libano, Israele, 2011, 20')  v.o. Inglese, ebraico, hindi, sottotitoli: italiano, inglese

Esilarante cortometraggio in cui una mucca Libanese assetata, immergendosi in uno stagno attraversato dalla Linea Blu, si spinge un po' troppo in la' ed entra in territorio israeliano. Nessuno e' autorizzato a riprenderla, fino a che un soldato indiano del contingente Onu decide di intervenire...

Anteprima Italiana alla presenza del regista

a seguire

5 Broken Cameras di Guy Davidi e Emad Burnat

(Palestina, 2011, 90') v.o. Arabo, ebraico, sottotitoli: italiano, inglese

Diretto da un palestinese e un israeliano, il film è un resoconto di ordinaria follia sui soprusi che avvengono da tanti anni nel piccolo villaggio palestinese di Bil’in. Il regista Burnat acquistò la sua prima videocamera nel 2005, in occasione del compleanno del figlio, e da allora ne ha rotte ben cinque per riprendere quanto sta avvenendo in questa terra dimenticata da tutti.

Alla presenza del regista Guy Davidi

Cinema STENSEN, Viale Don Minzoni 25

Ore 17.00 Animazioni e cartoons dal Middle East

Wikisham (Siria, 2012, 3', cap. 4)

a seguire

#Syria di Hamza El-Abdulla

(Siria, Giordania, 2012, 59‘) v.o. Arabo, sottotitli: italiano, inglese

Anteprima mondiale del film che racconta la rivoluzione siriana attraverso i social network (Facebook, Twitter), e il ruolo che questi hanno avuto nel mobilitare i giovani e la coscienza collettiva.

Anteprima mondiale, alla presenza del regista

Volti di Tahrir di Marco Pasquini in collaborazione con Luca Mandrile e Emiliano Sacchetti

Ritratto di Hany (audio doc, 2012, 6’)

a seguire

Ore 18.30, Ok, Enough, Goodbye di Rania Attieh e Daniel Garcia

(Libano, 2010, 95’)

Pluripremiata commedia libanese a basso budget, ambientata nella piccola citta' di Tripoli. Qui i legami familiari sono ancora molto forti, e così può accadere che un quarantenne abiti ancora con l’anziana madre. Ma quando la donna decide di lasciarlo, a lui non rimane nient'altro che la compagnia della sua città.

Ore 21.00 Animazioni e cartoons dal Middle East

Wikisham (Siria, 2012, 3', Cap. 5)

a seguire

Felicity Land (Saadat abad) di Maziar Miri

(Iran, 2012, 90’) v.o. Persiano, sottotitoli: italiano, inglese

Lungometraggio che ha da poco debuttato al festival di Tehran, su tradimenti e crisi matrimoniali nella Tehran del quartiere dei nuovi ricchi. Yasi ha dei problemi matrimoniali con suo marito ohsen, e per questo gli oragnizza una festa di compleanno. Prepara tutto affinche' sia un grande evento, ma non tutto va come si sarebbe aspettata.

Anteprima europea

Lunedì 16 aprile

Cinema ODEON Piazza Strozzi, 1

Ore 9.30 – 12.30 “Palestine Now”

Film, corti e testimonianze sulla Palestina oggi, presentati dal Tavolo per la Cooperazione Mediterraneo e Medio Oriente – Regione Toscana. In programma anche le repliche di “Blue Line” di Alain Suma e di “5 Broken Cameras”, alla presenza del regista Guy Davidi; in collegamento dalla Palestina Luisa Morgantini (ex Vice-Presidente del Parlamento Europeo).

Ore 17.00 Dolphin Boy di Dani Menkin e Yonatan Nir

(Israele, 2011, 72') v.o. arabo, ebraico, sottotitoli: italiano, inglese

Film candidato al premio “Cinema per la Pace”, racconta l’emozionante storia del ritorno alla normalità di Morad, ragazzino arabo israeliano che ha subito un pesante trauma durante l’infanzia. La tenacia di suo padre, lo porta a seguire un percorso di recupero attraverso la delfinoterapia, in uno speciale istituto nella Dolphin Reef sul Mar Rosso.

Anteprima Italiana

Ore 18.30 Animazioni e cartoons dal Middle East

Wikisham (Siria, 2012, 3', cap. 6)

a seguire

Mourning di Morteza Farshbaf

(Iran 2011, 84') vo. persiano,  sottotitoli: italiano, inglese

Variazione sul tema del road movie da uno dei giovani allievi di Abbas Kiarostami. Kamran e Sharareh sono una coppia di sordomuti, che stanno raccompagnando il loro nipote Arshia a casa a Tehran, dopo che qualcosa di terribile e' accaduto. Per il piccolo e introverso Arshad sara' un profondo viaggio emotivo, a tratti sottilmente ironico, in stile commedia nera.

Anteprima italiana

Ore 20.00 APERITIVO-DEGUSTAZIONE DALL'IRAN

Specialita' culinarie persiane a cura di Sireh

Degustazione + Proiezione del film a seguire: 12 Euro – prenotazione con prevendita su www.boxol.it/odeonfirenze/IT oppure direttamente alla cassa del Cinema Odeon.

Per informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ore 21.00 Habibti di Nour Wazzi

(Palestina, Regno Unito 2011, 16’) v.o. arabo, inglese, sottotitoli: italiano, inglese

Scritto assieme al premio Oscar Ari Folman (“Waltz con Bashir”), il cortometraggio segue Iman, donna araba molto conservatrice, che vola a Londra a trovare sua figlia Amira, scoprendola fidanzata all'artista nero Marlon. L'immancabile conflitto portera' humour e rafforzera' i legami.

a seguire

In My Mother's Arms di Atia e Mohamed Al Daradji

(Iraq, Olanda, Regno Unito 2011, 85') v.o. arabo, inglese sottotitoli: italiano, inglese

Film pluripremiato nei festival internazionali, in anteprima nazionale, chiude questa edizione di Middle East Now. La storia incredibile di Husham, che lavora instancabilmente per costruire le speranze, i sogni e il futuro dei 32 bambini ospiti del suo piccolo orfanotrofio, nel quartiere più pericoloso di Baghdad. Quando il proprietario dà a Husham e ai ragazzi solo due settimane per lasciare l’orfanotrofio, inizia una disperata ricerca per risolvere la situazione.

Anteprima nazionale, alla presenza del regista e dell'Ambasciatore Iracheno in Italia.

AddThis Social Bookmark Button